Armocromia: i colori per valorizzare la propria bellezza

05/11/2019

Scopriamo insieme come l’armocromia può aiutarci nel valorizzare non solo il corpo ma anche il viso con il sistema delle stagioni.

armocromia

Ultimamente, grazie soprattutto al web e alla televisione, si sta ponendo molta attenzione su quella che possiamo definire una disciplina artistica: l’armocromia.

Il sistema delle 4 stagioni armocromatiche sta aiutando migliaia e migliaia di donne a vestirsi e truccarsi. Come? Scopriamolo insieme ad Annalisa Affinito, truccatrice e analista armocromatica.

Cos’è l’armocromia e quando è nata

Il padre della Color Harmony è stato sicuramente Max Factor, ma non si può dire che si debba precisamente a lui la nascita dell’armocromia, in quanto è sempre stata qualcosa di insito in tutti quegli artisti, soprattutto pittori e fotografi, che avevano una particolare capacità nell’accostare i colori. 

Annalisa Affinito, truccatrice e analista armocromatica esperta, durante i suoi corsi in giro per l’Italia, fa spesso analogie con quadri e opere di grandi artisti, rivelando come già in tempi antichi, ci fossero certe armonie di colore. Armonie che sono state poi discusse in alcuni libri, come quelli della famosa Carole Jackson, ripresi poi in svariati ambiti, dall’arredamento, alla moda, alla fotografia.

L’armocromia è proprio questo: quell’insieme armonico di colori che si rifà a una stagione precisa (Autunno, Inverno, Primavera ed Estate) e, nel caso specifico, è dato dai colori di capelli, occhi, incarnato di ogni persona, che può essere ulteriormente esaltato con il vestiario e il make-up. 

armocromia

(crediti ph: http://www.makeuppleasure.it)

Il sistema delle 4 stagioni nell’armocromia

Osservando queste quattro tavolozze, non possiamo che definirle armoniche nell’accostamento dei colori, questo perchè sono abbinati in base a tre parametri: profondità, croma e temperatura. 

Così facendo si distinguono quattro stagioni madre, in cui ognuno di noi può identificarsi:

  • Autunno: caratterizzato da colori ricchi, densi e avvolgenti. Vi ritroviamo l’oro, il marrone caffè, l’arancio zucca, il rosso pomodoro. Le persone autunno sono in genere dotate di capelli rossi o castano dorati, occhi caldi, screziati di ambra o di rossiccio, pelle dal tono miele. 

  • Inverno: rappresentato da colori freddi, drammatici e profondi, come il verde smeraldo, il magenta, il blu galciale, il nero e il prugna. Le persone inverno sono dotate di forti contrasti, capelli scuri, occhi scuri o chiarissimi (azzurro freddo), pelle rosea o olivastra.

  • Primavera: connotata dai colori chiari e tenui, luminosi, delicati, brillanti e caldi. Ben rappresentata dal giallino, corallo, verde acqua, le persone primavera sono in genere con pelle diafana e calda, capelli chiari con riflesso rosso o miele, occhi verdi o azzurri screziati d’oro.

  • Estate: stagione chiara ma fredda, vi appartengono tonalità fredde e delicate, che trasmettono pacatezza, come i blu delicati, i girgi, i rosa, i violetti. La persona estate in genere ha i capelli biondi o castani con riflessi cenere, occhi chiari, incarnato freddo.

armocromia

L’armocromia e lo stile nel vestirsi

Inizialmente l’armocromia ha trovato largo spazio in quelle che sono state le prime “personal shopper”: donne dotate di uno spiccato gusto non solo nel vestire le forme ma anche i colori di donne e uomini. Così l’armocromia si è fatta spazio nel mondo della moda ed è giunta fino a quella del trucco quando, decine di anni fa, è uscita la prima edizione di “Color me Beautiful”, il libro di Carole Jackson che applicava le regole dell’armocromia non solo agli abiti ma anche ai colori dei capelli, alla scelta dello smalto e non in ultimo al make up.

L’armocromia applicata al trucco

Annalisa Affinito ha condotto studi artistici e, nel diventare truccatrice, ha espresso questa sua sensibilità verso i colori e le forme, applicandola alle donne che si affidavano a lei per esser truccate. Nei primi anni della sua carriera si è avvicinata al mondo dell’armocromia, approfondendolo con numerosi studi, fino a creare un metodo di analisi che si rifà a quello delle 16 stagioni, ma con alcune modifiche che l’hanno resa unica e per questo molto ricercata. Annalisa inoltre ha deciso di applicare l’Armocromia al make-up, è stata la prima in Italia a farlo, nel suo gruppo FB “Armocromia e Trucco Correttivo”, che oggi conta oltre 29mila iscritte.

armocromia

In che modo Armocromia e trucco si intersecano? 

L’armocromia, esattamente come il make-up, prevede l’esaltazione con luci ed ombre del volto, con la scelta dei toni giusti. Variando infatti la temperatura, la saturazione, la brillantezza, il croma e l’intensità dei colori, è possibile realizzare un trucco che sia non solo correttivo, ma anche armocromatico.

In pole position ci sono certamente i toni più vicini a quelli dell’incarnato, dal rosa carne al beige, dal tortora al nocciola, dal cioccolato al marrone, che scelti nella giusta temperatura, andranno a definire occhio e volto. Il tocco di colore viene dato principalmente col rossetto e col fard, anche loro scelti rigorosamente in base non solo ai colori naturali della persona, ma anche in base alla stagione cui appartiene. Ovviamente questo non va ad escludere i colori sugli occhi, se scelti ed usati in modo opportuno.

Il trucco così diventa non solo espressione di se ma anche valorizzazione a tutto tondo.

Sbircia la nostra selezione di rossetti e trova quello giusto per te:

Ti potrebbero interessare anche questi articoli

Impara a mettere il rossetto

Scopri le nail art per l’autunno

Vuoi cambiare colore di capelli? Qui le tonalità più in voga

Tendenze make up per l’inverno

 

Credit ph: Pexels.com

Scritto Da: Laura Portomeo