Capelli: il medio che fa la differenza

10/11/2021

Arrivano alle spalle, sono lisci o ricci, a seconda delle esigenze. I tagli medi spopolano nella nuova stagione

La mezza misura è sempre vincente. Perché è portabile, facile e trasformista: basta uno styling diverso per cambiare completamente aspetto. «Può essere un carré medio-cortodalle linee decise, scalato e ovalizzato, che si rifà agli anni Novanta, ma intanto regala un’allure contemporanea data dal movimento», dice Cristiano Russo, hairstylist con due saloni a Roma.

 

Cristiano Russo, Hairstylist, Roma

«Oppure dall’aspetto più sfilato e mosso: ricordiamo che ogni donna è diversa e a volte bastano due o tre millimetri in più o in meno per ottenere un risultato inedito, che fa apparire i capelli immediatamente più folti, più belli e più sani». Di recente diverse celeb, note per la loro chioma extra long, hanno dato un taglio alle spalle: da Serena Rossi a Michelle Hunziker, passando per la bellissima Penelope Cruz. Sono molto gettonati i tagli imperfetti e poco precisi. Il caschetto piace di più se non è pari e uniforme, ma un po’ sfilacciato e scompigliato.

Le pieghe sono supernaturali e sfoggiano un volume casuale, quasi selvaggio: il risultato finale, insomma, non deve essere troppo composto, meglio uno stile facile che si può gestire anche da sole. Si consiglia di applicare sulle ciocche ancora umide qualche goccia di olio, uno spray disciplinante per tenere sotto controllo l’effetto crespo oppure una mousse volumizzante, quando è necessario sostenere le radici. Altro grande must sono i capelli mossi con la frangia wavy: ricordano la mitica Jennifer Beals nel film Flashdance. La sua chioma è diventata una delle più hot del momento, non a caso è stata adottata da alcune top model e regine di instagram come Greta Ferro.

Chi ha i capelli ondulati può copiarla facilmente optando per scalature verticali che prendono spunto dagli anni 80. Anche la frangia è mossa: di solito il parrucchiere la taglia quando i capelli sono ancora bagnati, poi controlla bene la lunghezza e lo spessore sulla fronte una volta asciutti, perché i ricci a volte possono ingannare le proporzioni.

Con questo look è indispensabile un fluido disciplinante, un velo di cera a base di oli oppure un conditioner senza risciacquo: i capelli ondulati sono molto porosi e piuttosto aridi, per cui via libera a tutte le formule idratanti, che sono anche una valida soluzione per tenere a bada l’effetto crespo. Niente di cui stupirsi, il carré, che sia liscio o riccio, più o meno rivisitato, rimane in cima alle preferenze delle donne degli ultimi cinquant’anni, perché è un taglio trasversale, che addolcisce i lineamenti e toglie quasi sempre qualche anno (vedi Monica Bellucci, da quando ha abbandonato la sua chioma mixi size). Anche perché spesso non occorrono cambiamenti radicali né stravolgere lo stile per sentirsi diverse, basta solo qualche piccolo aggiustamento. Come una frangia o un ciuffo più o meno lungo, facile da gestire, che mette in risalto lo sguardo.

prodotti consigliati

 

 

 

Scritto Da: Carla Tinagli