Scrub corpo e abbronzatura

11/08/2020

Quale scrub corpo usare per far durare a lungo l’abbronzatura, sia durante l’esposizione che dopo? Scoprilo con i nostri consigli!

“Non fare lo scrub o porterai via l’abbronzatura!” Quante volte lo abbiamo sentito dire? Tante, troppe. Ma quanta verità c’è in questo? Esfoliare porta via il colorito? Come far durare a lungo l’abbronzatura? E come evitare quella fastidiosa sensazione di secchezza? Scoprilo con noi!

scrub corpo

Come funziona il processo di abbronzatura?

Iniziamo col dire che l’abbronzatura non è propriamente qualcosa di superficiale. Parte dal derma ed è una risposta di alcune cellule della pelle ai raggi solari. Varia in base al tuo fototipo e non puoi modificarla. Puoi semplicemente occupartene al meglio.

In estate, per via del caldo, la pelle tenderà a disidratarsi più facilmente, soprattutto durante l’esposizione diretta. Per evitarlo il più possibile, la pelle stessa tenderà a proteggersi rinforzando le sue barriere naturali per prevenire la disidratazione.

Noi possiamo aiutarla non solo con la protezione solare applicata nella giusta quantità e frequenza, ma anche mantenendo la pelle idratata e nutrita, al riparo da qualsiasi stress, anche auto-indotto, come lo scrub!

scrub corpo

Lo scrub porta via l’abbronzatura?

No, perché come dicevamo prima, l’abbronzatura non è uno strato colorato che può essere asportato per abrasione o lavato via come il fondotinta. Anzi, lo scrub, eliminando le cellule morte, ravviva il colorito e rende l’abbronzatura più luminosa e uniforme. Ma va eseguito nei tempi e modi corretti. Perché se eseguito nel periodo di esposizione solare, porterà via quella barriera che la pelle costruisce proprio per difendersi dai raggi solari. Questo potrebbe aumentare il rischio di macchie e scottature.

Ecco perché si dice che non andrebbe fatto in estate.

scrub corpo

Quando e come usare lo scrub corpo nel modo corretto?

Diciamo quindi che l’ideale sarebbe fare lo scrub in misura preventiva, circa 15-20 giorni prima dell’esposizione, per eliminare le cellule morte e preparare la pelle.

Sarebbe meglio non effettuarlo nel periodo di esposizione, per evitare di far perdere alla pelle quella ulteriore barriera costruita a fatica. Se vi sentite la pelle particolarmente secca, piuttosto è meglio idratare di più con i solari durante l’esposizione e con i doposole dopo la doccia.

Sarà perfetto invece se eseguito al ritorno dalle ferie per fare in modo che l’abbronzatura, che durerà al massimo un’altro mese, vada via in maniera uniforme, senza lasciare macchie e lasciando la pelle sempre luminosa.

scrub corpo

Quale scrub è meglio utilizzare?

Scegliere lo scrub corpo migliore per te dipende dalla tua pelle e da quanto è sensibile. Esistono scrub salini o zuccherini, spesso arricchiti in oli e profumi balsamici: provalise hai una pelle sana e resistente.
Oppure quelli a base di polveri o macinati, quindi i prodotti con farina di mandorle, caffè, noccioli, che hanno una media capacità abrasiva.
Ci sono poi i gommage, dotati di particelle esfolianti racchiuse in sfere, che hanno abrasività moderata, perfetti se la pelle è sensibile!

Scegli il tuo scrub corpo tra i nostri preferiti

 

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli

Come ottenere un'abbronzatura duratura

Scrub corpo: come usarlo per mantenere l'abbronzatura

Rossetto rosso e abbronzatura, il perfetto make-up per l’estate

Credit ph: Pexels.com

Iscriviti alla nostra newsletter inserendo qui sotto il tuo indirizzo e-mail. Riceverai in anteprima sconti e promozioni!

Scritto Da: Laura Portomeo