"I love my lipstick!" Scegli il rossetto ideale per te

30/09/2021

Età, incarnato, stile, personalità. Il rossetto, a prescindere dai trend e dalle mode, deve essere quello ideale per noi. Come fare la scelta giusta?

Le nostre labbra parlano, sorridono, ammiccano e il rossetto rappresenta un accessorio amico della bellezza e della seduzione. Alessandro Murgo, make-up artist delle celebrities, esperto di beauty care e di armocromia, ci spiega come fare a scegliere il nostro rossetto ideale.

Alessandro Murgo, make-up artist

Ma prima qualche pillola di curiosità!

Lo sapevate che nel giorno della sua incoronazione nel 1953, la Regina Elisabetta iniziò la sua “love story” con il lipstick? Ancora oggi, all’età di 95 anni, non rinuncerebbe mai a indossarlo e solo a lei è concesso di ritoccarlo in pubblico. Vietato a tutti gli altri membri della Casa Reale! Sempre negli anni ’50, la maggior parte delle donne prediligeva il rossetto rigorosamente nella stessa nuance dello smalto. Un trend che non ha lasciato il segno perché oggi si osa diversificare, ma che ha contribuito a rendere il lipstick un accessorio di bellezza super iconico, simbolo di emancipazione e di femminilità.

Per Alessandro il rossetto è molto più di un cosmetico: “E’ un segno distintivo di stile e di fascino, dona carattere, illumina lo sguardo, fa bene allo spirito. E ‘un accessorio come la borsa o il gioiello”.

Quali sono i parametri da tenere presenti nella scelta del nostro rossetto ideale?

Prima di valutare qualsiasi parametro o limite, la regola base è la cura. Prima di applicare un rossetto, dobbiamo pensare ai trattamenti: esfoliazione con microgranuli, idratazione, nutrimento, riparazione con balsami e sieri specifici a base di acido ialuronico e collagene. Ottima la scelta dei prodotti bio e vegani. La parola d’ordine, come sempre è: costanza.

Età. “Il rossetto è un vero e proprio accessorio che parla di noi. Dobbiamo fare il massimo per conservare labbra idratate e contorno definito per poter sfoggiare i lipstick adatti al nostro stile, oltre che alla nostra età. Non ci sono veri e propri limiti se le labbra sono ben curate, ma eccovi qualche consiglio:”

20/30 anni: “Dal gloss al rossetto lucido effetto vinile, a quello mat, a quello metallizzato, ai glitter, ai colori sgargianti e stravaganti come ciliegia, fucsia, viola, le ragazze e le giovani donne oggi si sbizzarriscono, sono meno fanciullesche e sfoggiano look e bocche costruite, stile anni ’70. Le loro labbra sono turgide e hanno un contorno ben definito, quindi concediamo tutto, ma sempre nel rispetto dell’armonia.”

prodotti consigliati

40 anni: “In generale meglio un rossetto mat, anche se cremoso, ok ai satinati e ai gloss se il contorno è ancora abbastanza definito.Optare sui rosa e sui nude.”

prodotti consigliati

50 anni in su: “Abbiamo a che fare con un contorno labbra non più definito, quindi vietato dimenticarsi il primer che ha la funzione di non far migrare il rossetto. Formule cremose mat, a lunga tenuta, toni pesca, aranciato, nude, che illuminano e addolciscono i tratti del viso. Sconsigliati i lucidalabbra. Sul mercato ci sono lipstick a base di collagene o acido iarulonico, arricchiti con essenze alla menta o al peperoncino, coneffetto super rimpolpante.”

prodotti consigliati

E in base al tono e al sottotono?

 “Per l’incarnato valgono sempre le regole dell’armocromia. Se si è fototipo primavera o autunno si sceglieranno rossetti con tonalità più calde come pesca, corallo, arancio, rosa, rosso fuoco. Se si è estate o inverno si opterà per toni a base fredda come il viola, il ciclamino, il rubino, il ciliegia.

Il segreto per ottenere lunga durata anche sotto la mascherina?

“Dopo aver idratato le labbra con un balsamo riparatore e aver eliminato l’eccesso, applicare il primer. Poi passare un leggero strato di fondotinta o di correttore, la matita per il contorno labbra e il primo strato di rossetto che va tamponato con una velina. Infine, un velo di cipria in polvere, il secondo strato di rossetto et voilà! Il colore è fissato al top.”

Buon divertimento e fate come la Regina: “Love your lipstick forever!”