La ginnastica facciale? Scopri perché funziona

04/07/2019

La ginnastica facciale mantiene il viso giovane. Scopri cosa dice la scienza e perché gli esercizi combattono l’invecchiamento cutaneo.

Allenare i muscoli facciali mantiene giovane la pelle perché il turgore è dovuto sia all’elasticità cutanea che alla tonicità della muscolatura del viso. Quest’ultimo si compone di ben 154 muscoli, il cui allenamento migliora grana e colorito, grazie alla stimolazione del microcircolo. E risana persino l’umore. Se la notizia ci incuriosiva, ma al contempo ci lasciava scettiche, oggi la scienza spazza dubbi e perplessità.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ALL YOU CAN FACE (@allyoucanface) in data:

La ricerca sulla ginnastica facciale

Un recente studio* di un gruppo di ricercatori guidati da Murad Alam, della Northwestern Feinberg School of Medicine di Chicago, e pubblicato sulla rivista scientifica Jama Dermatology, ha confermato l’utilità della ginnastica facciale. Un allenamento costante di 30 minuti al giorno può ridurre di tre anni l’età attribuibile a una persona, soprattutto se questa va dai 45 ai 60 anni. Gli esercizi presi in esame sono 32, di circa un minuto l’uno, e le caratteristiche del viso, coinvolte nell’“espressione della giovinezza” sono 19, riassumibili in parte inferiore e superiore: entrambe hanno dimostrato risultati significativi in termini di compattezza, distensione e luminosità della pelle.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Online Face Workouts (@face.toned) in data:

 Si tratta di uno studio importante, dato che solo cinque anni fa gli esperti del settore lamentavano una carenza di prove scientifiche sull’efficacia della ginnastica facciale, come riporta questa rassegna**.

Perché la ginnastica facciale funziona

Gli esercizi di facegym combattono l’invecchiamento cutaneo perché questo comporta una riduzione generale della massa muscolare e una modificazione del rapporto tra le stesse fibre muscolari. «Con l’età diminuiscono soprattutto le fibre bianche, che intervengono in azioni muscolari rapide e intense, rispetto a quelle rosse, reclutate in azioni muscolari di scarsa entità ma di lunga durata. – spiega Silvia Pengo, personal trainer e ideatrice del metodo Fit & Face – .A qualsiasi età, queste fibre muscolari (della faccia ndr), se opportunamente stimolate, possono far riconquistare tono e trofismo (nutrimento cutaneo sistemico ndr), producendo benefici legati alla riattivazione della circolazione sanguigna e linfatica, che rivitalizzano tutti i tessuti. Pelle compresa».

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Âme Holistic Beauty (@beauty_byame) in data:

Gli esercizi di ginnastica facciale

La facegym coinvolge i muscoli del sorriso, cioè quelli disposti intorno all’occhio, lungo il naso e la bocca, esotto gli zigomi. Nella vita di tutti i giorni, si muove continuamente questi muscoli, facendo però compiere loro azioni di “sola andata”: in altri termini, attraverso le espressioni tipiche del volto, i muscoli si accorciano e contraggono ma quasi mai si distendono, “ritornando” al loro posto in modo controllato, come si farebbe in una sessione di ginnastica per il corpo. «È questo movimento di “andata e ritorno” che allena i muscoli facciali a scopo anti-age» - precisa l’esperta.

Gli esercizi di ginnastica facciale sono organizzati in serie di contrazioni sempre seguite da un rilascio completo del muscolo, o da movimenti che “correggono” le pieghe d’espressione, che in questo modo si attenueranno anziché peggiorare. «Il sollecitamento muscolare dato da questo tipo di allenamento è completamente diverso dai movimenti spontanei del viso che effettuiamo nella quotidianità – continua la trainer Pengo».

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Blushy (@blushyapp) in data:

Proprio perché ognuno “si costruisce” inconsapevolmente una mimica espressiva diversa, un vero programma di allenamento facciale va personalizzato. La facegym non è una serie di smorfie improvvisate, fatte a caso. Per questo, ogni metodo, pur assomigliandosi, ha caratteristiche peculiari.

Ginnastica facciale in stile yoga

Una diversificazione della facegym è l’unione di ginnastica e yoga facciali. Ne è un esempio, il metodo introdotto da Antonella Sfondalmondo che prende il nome di Visonuovo. Lo yoga facciale, rispetto alla ginnastica, prevede movimenti più lenti, meno ripetizioni e anche esercizi di respirazione che rendono l’allenamento introspettivo e dunque anche un’occasione di meditazione, con ottimi risultati non solo sull’aspetto del viso, ma anche sul benessere spirituale.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Bartosz eSz (@face_fitness_zone) in data:

Sfondalmondo insegna in tutta Italia, organizzando corsi frontali, di gruppo, ma anche via skype. È impegnata anche presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia come insegnante volontaria di ginnastica facciale per i malati oncologici.

I corsi di ginnastica facciale online

Se vuoi iniziare anche tu ad allenare i muscoli del viso per un’azione anti-age, puoi dare un’occhiata ai corsi di facegym online.

Le creme viso anti-età da abbinare agli esercizi di ginnastica facciale

GLI STUDI

*https://jamanetwork.com/journals/jamadermatology/article-abstract/2666801?redirect=true

**https://academic.oup.com/asj/article/34/1/22/205101