Estate: pelle grassa a sorpresa

09/06/2021

Non è mai stato un tuo problema… almeno fino ad oggi, quando il clima torrido - combinato a pessime abitudini - lo hanno scatenato. Ecco come tornare alla normalità

Lucidità, grana irregolare, piccole imperfezioni (come brufoletti e punti neri): un fulmine a ciel sereno per chi non ci ha mai avuto a che fare. Ovvero chi rientra nella categoria pelle mista o addirittura secca. E che allora inizia a domandarsi se sta mangiando male, se si tratta dell’effetto di uno squilibrio ormonale o forse del troppo stress. Tutti fattori che, indubbiamente, incidono. Ma, in questo periodo dell’anno, la causa potrebbe essere molto meno impegnativa e più facilmente gestibile: contro caldo e umidità (che provocano sudorazione e dilatazione dei pori), esposizione ai raggi UV e contatto con cloro e salsedine (che inaridiscono la pelle, alterando la composizione del manto idrolipidico superficiale e stimolando di rimando una maggior produzione di sebo) c’è molto che puoi fare… ed evitare!

CAMBIA BEAUTY ROUTINE

Da adesso a fine estate, immagina di rientrare nella categoria “pelli grasse”. Il che significa che devi temporaneamente mettere in panchina il tuo parco cosmetici e investire nell’acquisto di formule mirate. Tranquilla, non c’è da spendere un capitale: ti basta un detergente viso a basso contenuto di tensioattivi (ciò che “fa schiuma”, infatti, tende a sgrassare troppo la pelle, stimolando le ghiandole sebacee a produrre più sebo) e arricchito da sostanze purificanti, uno struccante “oil free” e astringente (perfette le nuove acque micellari che rimuovono il make-up all over - cioè si possono usare anche per il demaquillage di occhi e labbra - senza intaccare l’equilibrio del manto idrolipidico), un trattamento idratante giorno con attivi che controllano la produzione di sebo (da preferire le consistenze peso piuma come i gel, più freschi ed evanescenti che non lasciano tracce) e uno per la notte (benissimo i sieri per pelli miste e grasse, formulati con ingredienti lenitivi e antibatterici), una maschera purificante e seboassorbente (da usare una volta alla settimana).

beauty routine

NON SBAGLIARE

Ogni aggressione esterna (ambientale o fisica) è un’ulteriore aggravante: quindi proteggi la pelle usando una crema effetto barriera, che la ripari da raggi UV e inquinamento. Se vai al mare o in piscina, risciacqua il viso tra un bagno e l’altro con acqua dolce. Sii gentile: non strofinare mai la pelle, tamponala con la salvietta o il dischetto di cotone e massaggia con delicatezza i cosmetici, soffermandoti sulla zona T (fronte, naso, mento). Non strafare: utilizzare soluzioni cosmetiche alcoliche, scrub con microgranuli (meglio gli esfolianti enzimatici, più delicati), lavarti spesso il viso … è controproducente. Non limiterai l’effetto lucido, ma al contrario manderai alle ghiandole sebacee un segnale d’allarme che le stimolerà a lavorare ancora di più!

protettivi

Il MUST HAVE DEL MAKE-UP

Per sostenere ulteriormente l’azione anti-lucido e uniformante, il tuo alleato chiave è un primer specifico per pelli grasse che, all’azione idratante (fondamentale per assicurare scorrevolezza e perfetta aderenza del trucco che applicherai), unisca un effetto opacizzante grazie alla presenza in formula di polveri assorbenti. Ben venga come tocco finale per fissare il maquillage un velo di cipria, ma che sia di ultima generazione: ultrafine e leggera, non comedogenica. Considerando poi che spesso la pelle grassa presenta anche zone arrossate ed eruzioni cutanee, procurati anche un correttore anti rossori (lo riconosci dal colore verde, dato dalla presenza di pigmenti che, cromaticamente, attutiscono l’intensità del rossore).

make-up

 

Scritto Da: Alice Piter