I capelli dopo l'estate

23/09/2021

Il sole e la salsedine hanno strapazzato le ciocche. In città meglio correre ai ripari con prodotti ad hoc e uno styling dolce

Sono gli unici che spesso non godono dei benefici delle vacanze. I capelli, al rientro in città, appaiono secchi e stressati dalle insidie marine. In aiuto arrivano soluzioni idratanti, trattamenti di remise en forme e ricostruttivi. Per affrontare a testa alta la nuova stagione.

«I problemi dipendono dal tipo di capigliatura», dice Cristiano Russo, hairstylist a Roma. «Se è lunga o media sarà più inaridita, più stopposa e facile ad annodarsi. Spesso si formano le doppie punte, mentre chi è riccio per natura si lamenta di avere ciocche più crespe e difficili da pettinare».

Cristiano Russo, hairstylist

https://www.instagram.com/franco_e_cristiano_russo/

È importante fissare dal parrucchiere quanto prima un appuntamento per ritoccare il taglio, in modo da eliminare l’ultimo centimetro, che di solito è quello più sfibrato e inaridito e chiedere consiglio per un trattamento professionale che ricostruisce la fibra capillare e ne ripristina la qualità. Intanto a casa, nella routine quotidiana, occorre utilizzare formule delicate ma, nello stesso tempo, rigeneranti e rinforzanti. «Meglio procedere sempre con un solo lavaggio, poi applicare una noce di balsamo che è in grado di richiudere le squame capillari, in modo che le ciocche siano di nuovo lucenti».

Altra fase fondamentale è quella del risciacquo: che deve essere lungo e prolungato, al contrario, spesso è frettoloso e trascurato.  Un ottimo consiglio può essere quello di utilizzare l’acqua gasata: l’anidride carbonica rimuove le impurità più profondamente e rende il capello molto brillante. Una volta alla settimana conviene utilizzare una maschera ad hoc: si lascia in posa dieci-quindici minuti, così che i principi attivi agiscano nel modo migliore. Gli ingredienti più indicati sono acido ialuronico, proteine, amminoacidi, cheratina, che forniscono consistenza e nutrimento alla struttura. «Molto delicato è il momento dell’asciugatura: per quanto è possibile, vista la temperatura ancora tiepida di fine estate, sfruttare l’aria aperta, oppure, se non si può rinunciare al phon, moderare assolutamente il calore», precisa l’hairstylist.

«Per fortuna gli apparecchi di ultima generazione, comprese le piastre, sono meno aggressivi e più sicuri di quelli di qualche anno fa». In generale, comunque dato che a settembre le giornate sono ancora belle e il clima è mite, la parola d’ordine è la naturalità. No alle pieghe e alle stirature ossessive, piuttosto lasciare capelli liberi all’aria, magari aggiungendo un po’ di spray salino che regala l’effetto beach waves, gradevole su tutti i look. Il trend naturale è sempre in pole position: per la nuova stagione si prevedono look “facili”, che sfoggiano un volume casuale, quasi selvaggio. Il risultato finale, insomma, non deve essere troppo composto, si preferisce uno stile semplice che si può gestire anche da sole. «In caso si applica sulla chioma ancora umida e qualche goccia di olio, uno spray disciplinante per tenere sotto controllo l’effetto crespo oppure una mousse volumizzante se bisogna sostenere le radici», suggerisce Russo.

prodotti consigliati

 

 

Scritto Da: Carla Tinagli