Almeno una volta all’anno facciamo tutti un controllo sulla nostra pelle per verificare la presenza di nei o macchi scure sospette. In alcuni casi, ci si può accorgere di discromie che prima non c’erano: si tratta, spesso, di accumuli di melanina che, dopo qualche mese, spariscono per far tornare la pelle al colore originario.

Non un solo tipo di macchie
Prima di intervenire su nei e macchie scure, bisogna capire di che tipo sono. Ecco le tipologie più comuni:


Il melasma
Si presenta in un colore grigio marrone e compare su fronte, zigomi e labbro superiore. Causa principale della comparsa sono i fattori ormonali o anche un’esposizione scorretta al sole. In genere, dopo tre o quattro anni tendono a scomparire da sole, ma possono ricomparire appena ci si espone ai raggi solari. Come ridurle: se l’accumulo di melanina è superficiale, sono utili le creme e i gel, altrimenti conviene ricorrere al peeling chimico. Il consiglio: se soffri di questo problema, è fondamentale proteggere il viso con prodotti caratterizzati da fattori di protezione molto alti (con SPF non inferiore ai 50+).

Le lentigo solari o senili
Hanno una grandezza variabile, sono di colore bruno e compaiono soprattutto su viso, dorso delle mani, décolleté, spalle e schiena. Sono legate all’età o alla predisposizione genetica: con il passare degli anni, infatti, il pigmento responsabile della tintarella non riesce più a “distribuirsi” in maniera uniforme creando delle maggiori concentrazioni in punti particolari del corpo.
Le cheratosi solari
Sono dei rilievi scuri, irregolari e ruvidi, provocati da un’eccessiva esposizione ai raggi solari. Vanno controllate dal dermatologo almeno una volta l’anno.

Le creme schiarenti funzionano?
In commercio esistono molti prodotti pensati per ridurre le macchie sul corpo. Funzionano soprattutto nel caso del melasma e vanno applicate con costanza una volta al giorno insistendo sulla macchia (i principi attivi agiscono solo sugli accumuli di melanina). In genere, i primi risultati si vedono dopo 2/3 settimane dall’applicazione ma un ciclo completo non dura meno di 2/3 mesi. Una volta trattata la macchia, è indispensabile esporsi al sole con tutte le dovute precauzioni, pena la ricomparsa della discromia.

Come prevenire le macchie
Secondo i dermatologi, nella maggioranza dei casi, le macchie, una volta comparse, non vanno mai via del tutto e tendono a ricomparire. Per evitare questo circolo “vizioso”, basta seguire poche e semplici regole. Eccole:
  • - Sole: mai esporsi senza usare una protezione. Sono sufficienti 12 minuti di esposizione senza creme solari da giovane per ritrovarsi, anni dopo, con le macchie sulla pelle.
  • - Medicine: alcuni tipi di farmaci, come per esempio gli anticoncezionali e gli antibiotici, non sono i migliori alleati della pelle. Valuta anche le possibili alternative, se hai un problema di macchie cutanee o non esporti se stai facendo un ciclo di cure.
  • - Detersione: è importante detergere la pelle senza danneggiare il film idrolipidico. Fai regolarmente degli scrub per stimolare il rinnovamento cellulare.

PRODOTTI ANTIMACCHIA CONSIGLIATI